Archives:
dicembre 2013

“Vergogna” di J. M. Coetzee (1999)

La vergogna come metro di giudizio della società, interiorizzato dai suoi componenti; la vergogna come quello che bisognerebbe provare quando le pulsioni si fanno sentire, a dispetto delle regole sociali. Ma se a quelle pulsioni non si resiste, e la debolezza si fa forte delle aspirazioni umane alla decenza, allora dovrebbe subentrare il senso di colpa. Quel pentimento che il protagonista del libro non avverte, almeno non per se stesso. Si vivrà con ben altri tormenti come padre, quando la figlia vorrà affermare la propria indipendenza rispetto agli stessi valori “civili” di cui il padre si fa inconsapevole portatore.

Giovane madre con bambina

Ho scelto di pubblicare questo disegno proprio oggi, il 18 dicembre, per onorare anch’io la Giornata Internazionale dei Migranti. Mi piacerebbe che qualcuno vedesse nella bambina ritratta ciò che ho visto io in quegli occhi allegri che mi cercavano, perché anche io la guardassi: la promessa di un futuro costruito sulla genuina, reciproca curiosità verso le nostre differenze, che diventano occasione di confronto invece che di scontro.

Fotografia | Inverno nelle campagne fuori Milano

Ho passato la giornata in attesa che la nebbia si diradasse, finché nel tardo pomeriggio ho deciso di fare comunque una passeggiata con i miei levrieri. Che, inutile dirlo, non hanno esattamente gioito della mia proposta.
Io invece ho apprezzato la sensazione che anche la campagna si raggomitolasse all’interno dei banchi di nebbia; come se la ricerca di un riparo fosse un desiderio universalmente condiviso, nelle domeniche d’inverno.

Tag Cloud

 

Featured picture
Licenza Creative Commons
La Traccia by Caterina Porcellini is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Software Design & Development StefanoAI