06.Mag.10

Ives Bélorgey – “Sezioni verticali”

Giovedì 13 maggio inaugura a Milano la mostra presso la Galleria del Gruppo Credito Valtellinese, nel Palazzo delle Stelline. L’interpretazione attenta dell’architettura contemporanea condotta dal parigino Bélorgey si sviluppa a partire dai luoghi emblematici dell’urbanizzazione: gli agglomerati della grande periferia, intesa come riflesso di un andamento sociale e culturale.

By

Il giovane pittore parigino Ives Bélorgey è un interprete attento dell’architettura contemporanea, capace d’indagarne il valore fondativo prima ancora che l’apparenza. Ultimo erede del ritmo compositivo (ed emotivo) del vedutista settecentesco Giovanni Panini, Bélorgey applica la scienza dello spazio non più alle vestigia antiche ma all’emblema dell’urbanizzazione contemporanea: la grande periferia urbana, che spesso è sinonimo di grandi agglomerati residenziali e industriali.

Maiden Lane Stage 1

I grandi acrilici su tela, che saranno in mostra dal 14 maggio al Palazzo delle Stelline (Gallerie del Credito Valtellinese) di Milano, fanno quindi parte di una ricerca condotta dall’artista sulle modificazioni urbanistiche in quanto riflesso degli andamenti sociali e culturali e, al contrario, sulla capacità dell’architettura di condizionare la vita dei suoi occupanti, o di chi semplicemente ne subisce la presenza visiva.

Spinoza

Sembra in effetti di percepire, nell’approccio di Bélorgey al suo tema d’elezione, i suoi studi in ambito giuridico: estraneo a qualunque preparazione in ambito architettonico o artistico in generale, il pittore non restituisce una documentazione rispettosa del costruito nella sua totalità, all’interno della quale cerca invece di spingere lo stesso spettatore, a furia di prospettive angolari e scorci che moltiplicano i dettagli.
L’iper-realismo del parigino chiama dunque in causa il fruitore forte di un’interpretazione letterale, normativa appunto, del concetto di spazio pubblico, che da tutti può essere vissuto e giudicato.

Tag:, , , , , , , , , , ,

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

Tag Cloud

 

Featured picture
Licenza Creative Commons
La Traccia by Caterina Porcellini is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Software Design & Development StefanoAI