11.Set.08

Linea 77 in concerto – Bologna, giovedì 11 settembre

“Non c’è più spazio per le indecisioni”: la scelta dei Linea 77 Quelli che “Il crossover è morto coi Rage Against”; quelli che “Figurarsi, cantare in inglese”; quelli che “Non si sfonda mai all’estero”: vi […]

By

“Non c’è più spazio per le indecisioni”: la scelta dei Linea 77

Quelli che “Il crossover è morto coi Rage Against”; quelli che “Figurarsi, cantare in inglese”; quelli che “Non si sfonda mai all’estero”: vi vogliamo tutti all’Estragon giovedì 11 settembre! Pronti a scagliare la prima pietra (critica) sui Linea 77, se non doveste uscire convinti dal loro live. Se, appunto.
La band di Torino ha fatto tanta strada, in 15 anni di carriera. Ragazzi, cominciano come d’obbligo dalle cover di CCCP e Rage Against the Machine, intitolando il gruppo alla linea pubblica di autobus che li porta in sala prove. E’ un viaggio che li ha portati lontani, con un progressivo allargamento di orizzonti.
La prima versione di un album completo esce nel 1998, intitolata Too Much Happiness Makes Kids Paranoid. Con quest’opera i Linea 77 sbarcano al Beach Bum Festival di Jesolo, ovvero all’attenzione dell’inglese Earache Records: ci voleva un’etichetta estera specializzata in musica metal perché i cinque venissero messi sotto contratto. Così Ket.ch.up Sui.ci.de (2001) è decimo nella classifica di musica indipendente stilata da NME; “nemo propheta in patria”, con l’appoggio internazionale i Linea 77 si fanno conoscere finalmente in Italia, dove Rocksound dedica loro una copertina.
Un mese dopo la fine del tour, i Linea 77 registrano già Numb, l’album della consacrazione: il singolo Fantasma (maggio 2003) rende il quintetto uno dei più importanti nella scena rock italiana. L’intera opera è molto più “nazionale” delle precedenti, dal momento che si avvale anche della collaborazione dei Subsonica e degli Aretuska di Roy Paci. La nazione dimostra di apprezzare, dal momento che a settembre i Linea 77 suonano all’MTV Day di Bologna davanti a 40mila persone; l’Europa premia lo sforzo collettivo con un bel Best Italian Act agli MTV Europe Music Awards dell’anno successivo.
Produzioni di livello internazionale si sono successe negli anni, fino ad arrivare al quinto album (Horror Vacui), uscito nel 2008. Fatto significativo, la produzione è a cura di Toby Wright, già al fianco di Korn, Alice In Chains e Slayer; eppure, il brano Sogni Risplendono vede la collaborazione di Tiziano Ferro. Se ai puristi nostrani di ambo le parti (dura e melodica) il connubio ha fatto storcere il naso, si vuole qui spezzare una lancia a favore della buona musica che non bada troppo alle etichette.

Quando: giovedì 11 settembre 2008, ore 21.30
Dove: Estragon Parco Nord, via Stalingrado 83, Bologna

Tag:, , , , , , , , , ,

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

Tag Cloud

 

Featured picture
Licenza Creative Commons
La Traccia by Caterina Porcellini is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Software Design & Development StefanoAI