Giovane madre con bambina

image
Info
Comments
  • Giovane madre con bambina
  • Ho scelto di pubblicare questo disegno proprio oggi, 18 dicembre, per celebrare anch'io la Giornata Internazionale dei Migranti. In effetti sono una migrante io stessa, dal momento che anni fa mi sono trasferita dalla Puglia al Nord Italia insieme a tutta la mia famiglia. Già all'interno di una stessa nazione, da bambina mi sono ritrovata a vivere dei gran brutti momenti, cercando di smentire con il mio stesso esempio tutta una serie di pregiudizi sulla "gente del Sud", o subendo le prese in giro dei coetanei per il mio accento da "terrona". Non posso spiegare quanto a volte mi mancasse la mia terra. E alcuni dei suoi difetti, anche, perché io stessa cominciavo a notarne dalla mia nuova prospettiva. Ciò nonostante, nel giro di pochi anni mi sono accorta di appartenere sempre più a un luogo in cui non ero nata. Per poi trasferirmi di nuovo, stavolta da sola, e frequentare l'università a Bologna, dove sono entrata in contatto con giovani di tutto il mondo. È lì che ho capito, che non mi sarei mai più sentita a casa in nessun posto. O, meglio, che ogni posto sarebbe potuto diventare la mia casa, finché io e i miei vicini avessimo condiviso la volontà di stringere un legame. Mi piacerebbe che qualcuno vedesse nella bambina ritratta ciò che ho visto io, in quegli occhi che mi cercavano perché anche io la guardassi: la promessa di un futuro costruito sulla genuina, reciproca curiosità verso le nostre differenze, che diventano occasione di confronto invece che di scontro.
    Disegno a matita e inchiostro di china, sulla base di una mia fotografia scattata con iPhone 3G S.

    Disegno a matita e inchiostro di china, sulla base di una mia fotografia scattata con iPhone 3G S.

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *