10.Lug.08

Le Cognate – Bologna, fino a domenica 13 luglio

Quindici donne in scena a Teatri di Vita per l’esclusivo “Le cognate” Solo donne sul palco, ben quindici. Con un’ossessione che le accomuna: la malia della raccolta dei punti-premio, simbolo del consumismo più subdolo ed […]

By

Quindici donne in scena a Teatri di Vita per l’esclusivo “Le cognate”

Solo donne sul palco, ben quindici. Con un’ossessione che le accomuna: la malia della raccolta dei punti-premio, simbolo del consumismo più subdolo ed implacabile. Oggi in Italia le tessere fidelitarie sono circa ottanta milioni, quindi pare proprio che il marketing sia riuscito a convincerci nell’assioma pubblicistico che tutto è facile e soprattutto in regalo, facendo leva sulla nazionale vocazione di diligente formichina-collezionista.

Lo spettacolo immagina dunque che una donna decida un giorno di chiamare a raccolta vicini e parentado per una missione impellente: attaccare sugli album un milione di punti. La commedia LE cognate narra appunto lo svolgersi di questa vicenda, il macroscopico meccanismo di incollaggio attorno a cui si sviluppano una serie di invidie e facezie esilaranti.

Le casalinghe disperate di Tremblay spettegolano e si accapigliano, appiccicano bollini e sognano lavatrici, in un crescendo di situazioni comiche che coprono baratri di solitudine e dolore. Il testo, scritto nel 1965, negli anni del massimo impulso del consumismo, è considerato il capolavoro della drammaturgia canadese, per lo straordinario equilibrio di comicità e tragedia, di linguaggio popolare e struttura moderna. Pur spingendo il pubblico a ridere, Tremblay non gli nasconde affatto il vuoto esistenziale di queste vite femminili, piegate dal perbenismo e dal malumore, tutte casa chiesa e centro commerciale.
Per ridare vita a questo testo corale, Andrea Adriatico ha scelto una polifonia di attrici made in Bologna: trattasi infatti di uno spettacolo in prima nazionale creato appositamente per la rassegna cittadina bè bolognaestate08. Il regista Andrea Adriatico lo definisce
pop, ad indicare un’epoca (quella di ambientazione dell’opera) che ha reso popolare non solo Andy Warhol, ma anche e soprattutto le leggi di mercato.

Quando: fino al 13 luglio, ogni sera alle 21:15

Dove: Teatri di Vita, via Emilia Ponente 485, Bologna

Biglietti: da 7 a 14 euro

Informazioni: 051-566330 o info@teatridivita.it

Tag:, , , , , , , ,

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

Tag Cloud

 

Featured picture
Licenza Creative Commons
La Traccia by Caterina Porcellini is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Software Design & Development StefanoAI