31.Ago.12

Sarah Morris porta il Big Ben in metropolitana

I poster dell’artista Sarah Morris, realizzati su commissione per celebrare le Olimpiadi e le Paraolimpiadi di Londra 2012, sono stati selezionati dalla curatrice del progetto Art on the Underground per un’installazione site-specific all’interno della fermata della metropolitana di Gloucester Road

By

Questo articolo avrebbe potuto benissimo sottotitolarsi L’opera d’arte nell’epoca della sua riproducibilità tecnica.
Sono molti, infatti, gli elementi che concorrono sia all’installazione site-specific nella stazione metropolitana di Gloucester Road di Londra, realizzata con un’elaborazione dell’opera grafica Big Beng 2012 di Sarah Morris, sia alla tesi fondamentale dello storico saggio di Walter Benjamin.

In buona sostanza, tanto l’iniziativa di commissionare ai migliori artisti britannici una serie di poster per celebrare i Giochi Olimpici 2012 di Londra, quanto la scelta di adoperare l’opera di Sarah Morris all’interno di un altro progetto – sempre nell’ambito delle iniziative speciali inaugurate nella capitale britannica a partire dall’estate – possono essere ricondotti alla serialità, ovvero a quel rapporto tutto contemporaneo che è andato creandosi tra unicum e variante riprodotta e riproducibile.
Perché, come già notava Benjamin negli anni Trenta, l’avvento del pubblico di massa ha ridiscusso la storica gerarchia con cui si aveva “diritto” a godere dell’arte, che nei secoli passati si concretizzava in un numero limitato di opere; ciascuna delle quali era per giunta un pezzo unico e irripetibile, da esporre a un pubblico ristretto e per ciò stesso privilegiato. La perdita della tanto rimpianta “aura” dell’opera d’arte, la sua sacralità strettamente collegata alla funzione rituale per la quale veniva realizzata, non è pertanto da considerarsi un male assoluto: ha significato una mercificazione delle opere, certo, ma anche una certa “democratizzazione” del suo godimento.

Curiosamente, entrambi questi aspetti – dell’avvenuto cambiamento e nella funzione e nella fruizione dell’arte – sono osservabili nell’utilizzo che si è fatto della serie di lavori grafici – poster e installazione – Big Ben 2012 di Sarah Morris.

Cliccando qui, è possibile leggere il resto dell’articolo sul portale Living24.it.

Related posts:

Tag:, , , ,

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

Tag Cloud

 

Featured picture
Licenza Creative Commons
La Traccia by Caterina Porcellini is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Software Design & Development StefanoAI