15.Mag.12

Balanced: mischer’traxler alla Design Week 2012 di Milano

Lo Studio mischer’traxler, fondato a Vienna nel 2009 da Katharina Mischer e Thomas Traxler, per la Design Week 2012 di Milano ha realizzato presso Wait and See un’installazione, “Balanced”, che già dal titolo vuole rappresentare il particolare processo di progettazione per cui i designer si sono affermati. Ho intervistato i due designer la sera dell’inaugurazione ufficiale dello spazio, per il portale Living24.

By

Quando faccio il mio ingresso nello spazio di Wait and See – più che un semplice negozio di abbigliamento, un concept store che Uberta Zambeletti ha voluto dedicare al piacere degli esteti contemporanei – percepisco una certa agitazione generale. Sono arrivata in anticipo rispetto al cocktail party che si terrà in serata; c’è un tale andirivieni di componenti dello staff che finisco per scambiare una cliente, intenta a provarsi un vestito dietro l’altro, per un’addetta alle Public Relations particolarmente in ansia.

exhibition view

Guardandomi meglio attorno, però, mi accorgo di non essere l’unica a sentirsi, come dire, stranita: Katharina Mischer e Thomas Traxler –  i giovani designer austriaci meglio conosciuti come il duo mischer’traxler – conversano appartati, cercando di intralciare il meno possibile i movimenti di chi si sta affaccendando attorno.
Con diversi progetti presenti in altrettanti luoghi di Milano – tra cui le mostre Austrian Design – Raw and Delicate allo Spazio La Pelota e Another Terra – Home Away from Home in zona Ventura Lambrate – si può ben dire che questa edizione del Fuorisalone sia “il loro momento”; eppure, a vederli, colpisce a prima vista proprio la loro discrezione.

mischer'traxler's portrait during milan design week 2012

Sì che i due viennesi hanno invece molto da dire, a proposito della forma mentis e del processo creativo alla base dei loro lavori, dato che questi solo impropriamente possono essere definiti “prodotti”, sganciati come sono dalla logica produttiva – appunto – tanto del design industriale che della tradizione Arts and Crafts.
Lo stesso progetto Balanced, allestito nello spazio di Wait and See, mira a concretizzare il processo con cui si sviluppa il lavoro di mischer’traxler, più che a mostrare i risultati. Il loro approccio al design, che si è soliti definire “concettuale“, si distanzia radicalmente dalla definizione corrente che si dà della progettazione in Italia: vorrei che ne parlassero ai lettori di Living24.

In Italia si è abituati a identificare il design, principalmente, con il design di prodotto, o più in generale con il disegno industriale. Potete dare una definizione del vostro lavoro?
Katharina: Siamo designer, non ci sono definizioni più specifiche proprio perché non vogliamo che la nostra attività finisca per essere inquadrata entro confiniti predeterminati. Ci piace esplorare il mondo e tutte le sue possibilità, attraverso il nostro operato.

Il resto dell’articolo sul portale Living24.it, a cui si può accedere cliccando qui.

 

Tag:, , , , , , ,

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

Tag Cloud

 

Featured picture
Licenza Creative Commons
La Traccia by Caterina Porcellini is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Software Design & Development StefanoAI