31.Lug.11

I vincitori del Compasso d’Oro 2011: verso un nuovo design

Non solo product design: i progetti vincitori della XXII edizione del Compasso d’Oro ADI per il triennio 2008-2010 spaziano dalla Fiat 500 a Slow Food – premio speciale per il Design dei Servizi –, rivelando una concezione allargata del design italiano, che cavalca l’onda degli sviluppi tecnologici e sociali senza disdegnare la tradizione

By

150 anni e non sentirli. Se il Compasso d’Oro è nato “soltanto” nel 1954, il fatto che l’annuncio dei premiati della XXII edizione sia stato dato a Roma – per la prima volta, il 12 luglio – non è certo un caso; anzi, esiste un legame diretto con l’anniversario dell’Unità d’Italia (si veda la mostra “Unicità d’Italia” al Palazzo delle Esposizioni) e soprattutto con l’identità nazionale, che il cosiddetto made in Italy ha contribuito a costruire anche all’estero.
Un “fare italiano” che, se a buon diritto possiamo considerare i 19 vincitori e le 77 menzioni come l’eccellenza delle realizzazioni già segnalate nel corso del triennio (2008-2010) dai vari ADI Index, dimostra di essere sì legato a una gloriosa tradizione – in apertura di cerimonia fatta risalire al Rinascimento – come pure di volerla rinnovare secondo lo spirito del tempo.

Il resto dell’articolo sul portale Living24.it, a cui si può accedere cliccando qui.

Related post:

Tag:, , , , , , , , , ,

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

Tag Cloud

 

Featured picture
Licenza Creative Commons
La Traccia by Caterina Porcellini is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Software Design & Development StefanoAI