16.Gen.11

Il meglio dell’ultimo decennio

Il quotidiano statunitense Huffington Post ha stilato una classifica delle dieci migliori architetture realizzate nella prima decade del nuovo millennio, in bilico tra l’entusiasmo progressista degli anni Novanta e il drammatico arresto conseguente alla crisi economica del 2007: vi ripropongo la “top ten” attraverso una galleria di immagini rappresentative.

By

Nel suo articolo intitolato 10 Best Architecture Moments of 2001-2010, prima di procedere a stilare la classifica cui il titolo prelude, Jacob Slevin prende le mosse dal clima “elettrizzante” degli anni Novanta, tutto incentrato sull’idea del progresso; ne consegue che, fino alla metà del decennio successivo, le maggiori commesse a livello mondiale sono ancora “ossessionate” dall’innovazione (incluso l’utilizzo dei materiali), dai più avanzati sistemi strutturali, dalla progettazione assistita da tecnologie e strumenti informatici. Ma, come crolla il mercato finanziario nel 2007, così succede a quella sensazione di costante ascesa che aveva caratterizzato l’architettura fino a quel momento. Sempre stando a Slevin, avrebbero fatto seguito tre anni relativamente insignificanti, almeno rispetto agli esordi del decennio.
Ecco a seguire l’elenco dei migliori “momenti d’architettura” tra il 2001 e il 2010:

  • 2001 – Zénith Concert Hall a Rouen (Francia), Bernard Tschumi Architects
  • 2002 – Terminal passeggeri del porto di Yokohama (Giappone), Foreign Office Architects
  • 2003 – Walt Disney Concert Hall a Los Angeles (Stati Uniti), Gehry Partners
  • 2004 – Biblioteca Centrale a Seattle (Stati Uniti), Rem Koolhaas (Office for Metropolitan Architecture)
  • 2005 – Yad Vashem (o Museo dell’Olocausto) a Gerusalemme (Israele), Safdie Architects
  • 2006 – Olympic Sculpture Park di Seattle (Stati Uniti), Weiss/Manfredi
  • 2007 – Sede del New York Times a New York (Stati Uniti), Renzo Piano (RPBW)
  • 2008 – Stadio Olimpico di Pechino (Cina), Herzog & de Meuron Architekten
  • 2009 – MAXXI (Museo delle Arti del XXI secolo) di Roma, Zaha Hadid Architects
  • 2010 – 8 Tallet a Copenaghen (Danimarca), BIG (Bjarke Ingels Group).

Related post:

Tag:, , , , , , ,

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

Tag Cloud

 

Featured picture
Licenza Creative Commons
La Traccia by Caterina Porcellini is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Software Design & Development StefanoAI