25.Feb.08

Il gusto retrò di Fabio Calvetti – Arte Santerasmo, Milano

A Milano è stata inaugurata la prima mostra annuale dell’artista toscano. A riconferma della solida qualità dei suoi dipinti, Alda Merini gli dedica alcune poesie. La figuratività non fa più notizia. Eppure in qualche modo […]

By

A Milano è stata inaugurata la prima mostra annuale dell’artista toscano. A riconferma della solida qualità dei suoi dipinti, Alda Merini gli dedica alcune poesie.

La figuratività non fa più notizia. Eppure in qualche modo persegue il suo tracciato, ha un mercato vasto e degli acquirenti fedeli. Succede di trovarsi, all’inaugurazione della stagione espositiva di Fabio Calvetti alla Galleria Santerasmo, più che ad una mostra ad un ritrovo di amici.

Seduzione dell’atmosfera intima che è la cifra poetica dell’artista. Un universo di donne sensuali, evanescenti ma effusive di un erotismo intellettuale, sapiente. L’ambientazione fumosa, indistinta, si avvale di alcuni moduli post-netafisici (alla Sironi, per intenderci) in una chiave più fumettistica, scanzonata.

Sono lavori affascinanti, non c’è che dire. Condotti con una maestria di segno maturo, non statico ma neppure conturbante. Forse disturba un uso un po’ riduttivo dei codici cromatici, questa insistenza col rosso che in fondo è superflua, dato l’alto tasso di sensualità che le opere non fanno nulla per nascondere.

Si parte dai lavori più minimi, un particolare un oggetto un angolo fissati a presa ravvicinata, segno di una presenza assente. Più intriganti i lavori di grandi dimensioni, dove si sviluppa appieno quell’interessante dinamica tra una figura minima, pur estremamente caratterizzata, e sfondi anonimi con prospettive vorticose. Lo straniamento umano si rispecchia nell’architettura di cui non si riconosce neppure più la paternità, oggetto esterno che incombe.

Ma l’inquietudine non si fa dramma. E per una sera si può discorrere di cara vecchia pittura senza ansia di estremizzazione. Misurata, elegante. Da tempi che furono e che si ha voglia a volte di recuperare.

Fabio Calvetti – Oltre la notte

21 febbraio – 28 marzo 2008

Arte Santerasmo – Via Cusani 8 (Cairoli) – Milano

Ingresso libero

10:00/13:00 – 15:30/19:00 (chiuso domenica e lunedì mattina)

Monografia con poesie inedite di Alda Merini – Testo critico di Giovanni Faccenda

tel. 02877069-02876426

info@artesanterasmo.it

Tag:, , , , , , , , , , ,

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

Tag Cloud

 

Featured picture
Licenza Creative Commons
La Traccia by Caterina Porcellini is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Software Design & Development StefanoAI