30.Nov.10

Apre il nuovo MACRO di Roma

Resa ufficiale la data di apertura al pubblico della nuova ala del museo di arte contemporanea capitolino che, progettata dall’architetto francese Odile Decq, si prefigge di integrarsi con un contesto architettonicamente già molto definito.

By

Umberto Croppi, Assessore alle Politiche Culturali e alla Comunicazione del Comune di Roma, ha ufficialmente annunciato che il prossimo 3 dicembre l’ampliamento del MACRO (Museo d’Arte Contemporanea di Roma) aprirà i battenti al pubblico della capitale.

Sorto sull’ex sito industriale Peroni, l’intervento progettato dall’architetto francese Odile Decq si prefigge d’integrarsi con l’intero isolato urbano, un contesto architettonicamente già molto definito. Il raggiungimento di tale obiettivo non passa però attraverso l’adozione di un volontario anonimato da parte del nuovo edificio, che anzi si offre allo sguardo da tutta una serie di punti di vista, moltiplicati dalla varietà e dal dinamismo dei percorsi che lo attraversano, dal nucleo centrale dell’atrio-foyer fino all’ultimo piano del tetto-terrazza.

Proprio il livello superiore è tra gli elementi che più contraddistinguono il progetto per la sua volontà di aprire lo spazio chiuso al paesaggio circostante, contribuendo a disvelarlo e darne una nuova formulazione. La terrazza sulla sommità dell’edificio si avvale infatti degli storici palazzi di via Nizza e via Cagliari per crearsi un’imponente quinta scenografica, mentre ricalca i percorsi espositivi sottostanti come fossero proiettati sulla sua superficie, caratterizzandosi secondo un’idea astratta di “giardino” in continuità con i linguaggi dell’arte ospite ai piani inferiori.

Related post:

Tag:, , , , ,

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

Tag Cloud

 

Featured picture
Licenza Creative Commons
La Traccia by Caterina Porcellini is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported License.
Software Design & Development StefanoAI